Il Labirinto di Porsenna a Chiusi

Porsenna è il leggendario lucumone degli etruschi, il re di Chiusi ancor presente nelle storie e nei racconti di tutto il territorio. Si dice che il grande sovrano della civiltà etrusca del V secolo a.C. abbia lasciato dietro di sé un tesoro di incommensurabile valore, formato da una chioccia con cinquemila pulcini d’oro, all’interno di un mausoleo nascosto agli occhi di tutti.

Il tesoro è stato cercato da numerose spedizioni nel corso della storia, ma non è mai stato trovato. Tra scavi archeologici e leggende senza fondamento, l’eredità di Porsenna è probabilmente una leggenda popolare sopravvissuta fino ai giorni nostri. Tuttavia, all’interno della città di Chiusi sono presenti molti riferimenti archeologici e itinerari storici di innegabile valore, che meritano una visita da parte di tutti coloro che sono appassionati della civiltà etrusca, tra cui proprio il Labirinto di Porsenna.

Quello che oggi si può visitare sotto il Museo Archeologico Nazionale di Chiusi non è, ovviamente, il labirinto delle leggende di Porsenna. Si tratta di una serie di cunicoli, scoperti negli anni ’20, che si snodano nei sotterranei della città di Chiusi a una profondità massima di venticinque metri circa; creati dagli Etruschi nel V secolo a.C., fungevano da sistema di drenaggio e approvvigionamento idrico.

Il percorso, liberamente accessibile ai visitatori, prosegue per circa centotrenta metri e si configura come un affascinante viaggio lungo il sistema idraulico dell’epoca, che si articolava sotto tutta la città. Da cunicoli di pietra arenaria si raggiunge una monumentale cisterna di epoca etrusco-romana, a pianta circolare, con pilastro centrale e doppia volta a botte. Sopra la cisterna, nel XII secolo, venne eretta una torre a difesa, divenuta poi il campanile della cattedrale, dalla cui sommità si può ammirare uno splendido panorama.

Per gli appassionati di storia e cultura, il labirinto di Porsenna è visitabile assieme al Museo della cattedrale a partire da Piazza Duomo, nel centro di Chiusi. Tel. 0039 0578 226975 – mail: museocattchiusi@alice.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *