I pici, il piatto tipico della Valdichiana

Che cosa sono i Pici?

I pici sono il primo piatto tipico della tradizione locale: sono infatti un piatto povero proveniente dalla civiltà contadina e che sono stati tramandati per generazioni in Valdichiana e dintorni, fino a diventare un vero e proprio elemento distintivo del territorio. I pici sono una tipologia di pasta fatta a mano, simili a dei grossi spaghettoni, che vengono impastati con una ricetta molto semplice: acqua e farina, con eventuale aggiunta di uova e di minime quantità di sale e di olio.

I pici si preparano grazie alla tipica pratica dell’appiciare, ovvero di lavorare la pasta sulla spianatoia con il palmo della mano, tirandola in lunghi spaghettoni. In epoca contadina ad appiciare erano principalmente le “massaie”, le cuoche di casa, ma in realtà tutti possono appiciare, soprattutto nelle sagre di paese.

I sughi per condire i pici

I pici sono un primo piatto che si abbina a una vasta tipologia di condimenti. Tuttavia, le ricette più apprezzate sono le più tradizionali: ad esempio il sugo all’aglione, che utilizza una speciale varietà di aglio tipica della Valdichiana e dintorni. L’aglione è più dolce e digeribile del consueto aglio, non lascia un cattivo sapore in bocca ed è un prodotto di eccellenza dell’agricoltura locale, che ben si abbina al pomodoro.

Il ragù è un altro tipico condimento: tipico è il ragù di carne chianina, altra eccellenza locale, ma anche il ragù di manzo o di cinghiale, di anatra (“nana”) o di oca (“ocio”). Si possono trovare anche nella versione bianca, senza aggiunta di pomodoro. Un altro condimento tradizionale è quello alle “briciole”, che utilizza il pane secco soffritto in olio d’oliva: si tratta di un altro legame con la cucina povera, che riutilizzava il pane raffermo dei giorni precedenti per creare un condimento saporito e originale.

Altre varianti  sono i pici ai funghi, alla carbonara, all’amatriciana o al pesce; molto presente è anche la ricetta dei pici cacio e pepe, che però proviene dalla tradizione romana.

Dove si possono mangiare i pici?

Grazie al loro forte legame con la tradizione contadina, i pici sono praticamente onnipresenti in tutto il territorio. Possono essere facilmente trovati in tutte le cucine e in tutti i ristoranti della zona, con varie ricette e numerose varianti. Oltre alla ristorazione classica, i pici sono presenti in gran parte delle sagre paesane e delle feste che animano i borghi della Valdichiana e dintorni.

Tra gli appuntamenti festivi dedicati ai pici, possiamo citare la Sagra dei Pici di Celle sul Rigo, la più antica manifestazione del territorio dedicata a questo prodotto tipico. Tutti gli abitanti di questa piccola frazione appiciano nei giorni precedenti alla sagra e si riuniscono durante l’ultimo weekend di maggio, riempiendo la piazza del paese con centinaia di visitatori.

Un’altra manifestazione degna d’interesse, nata da pochi anni ma con grandi prospettive di crescita, è presente proprio a Chianciano Terme, guidata da un gruppo di amatori: Du’ Pici sotto le Stelle, che anima il centro storico della cittadina il secondo weekend di giugno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *